Weathering - Treni Americani in scala HO

Title
Vai ai contenuti

Weathering





La tecnica chiamata "weathering" (termine inglese che indica il deterioramento dovuto al passare del tempo) è l'invecchiamento (o sporcatura) tramite ri-verniciatura, per adattare i modellini di treni in miniatura (di qualunque scala) all'ambientazione di un plastico o di un diorama, in modo da rendere l'effetto scenico il più realistico possibile. La tecnica è diffusa ed impiegata in ogni ambito del modellismo in miniatura (treni, aerei, navi, mezzi militari ecc.) e va pratica oltre che sui mezzi anche per il paesaggio e le sue componenti (fabbricati, ponti, segnaletica varia, ecc.).
Quando si acquistano, i nostri modellini di treni (locomotive e carri) sono ovviamente nuovi e pulitissimi. Il loro aspetto da "giocattolo" (indipendentemente dalla qualità generale della realizzazione) non è per nulla ... reale. In quello stato, i nostre modellini di treni possono essere idonei unicamente per una collezione "passiva", cioè limitata ad una semplice esposizione, ma per essere inseriti in un contesto di riproduzione paesaggistica e ferroviaria (soprattutto se funzionale ad essere fotografata) occorre adattarli, per raggiungere un risultato che sia il più possibile fedele alla realtà.
Praticare il "weathering" obbliga il modellista a studiare, avendo la necessità di conoscere come realmente si trasforma nel suo aspetto una locomotiva (ad esempio) dopo che è stata impiegata in uno specifico contesto ... per anni e anni. Gli agenti atmosferici lasciano il segno, così come l'usura dovuta al suo funzionamento su parti e componenti della macchina. Aggrapparsi con le proprie mani ad un corrimano di metallo verniciato per salire una scaletta, alla lunga fa si che la vernice si "cancelli" (la parte frequentemente toccata con le mani scolorisce), mostrando il metallo nudo. Ed il metallo che si bagna spesso per le abbondanti piogge alla fine mostrerà la ruggine, così come l'impiego di lubrificanti o altri liquidi lascerà segni di unto e sporco sulle componenti in movimento, oppure la polvere coprirà il tetto. L'esposizione ai raggi solari poi, fa scolorire naturalmente qualsiasi superficie verniciata.
Raramente, soprattutto per il rotabile destinato ai servizi merci, le compagnie ferroviarie provvedono al lavaggio di locomotive e carri. Può accadere che in fase di riparazione o revisione si possa ridare un aspetto "a nuovo", ma il più delle volte risulta essere una operazione poco economica ed inutile, almeno se trattasi di pulizia integrale (si cerca di salvaguardare, pulendole, solo le parti della locomotiva vitali al suo funzionamento e la cui integrità sia necessaria alla sicurezza dell'equipaggio e di tutto il convoglio).



Esistono molte tecniche per l'applicazione dello sporco e dell'invecchiamento simulato sui modellini di treni in miniatura. Un lavoro completo e fatto bene non esclude, quasi mai, una tecnica a favore di un'altra. Usare vernici acriliche o ad olio, piuttosto che polveri o pigmenti, ha sempre uno specifico fine. Così come utilizzare per la loro applicazione strumenti come l'aerografo od i pennelli, ma anche spugne di vario tipo e dimensione od altri tipi di applicatori a mano.
Conoscere la storia relativa ad uno specifico mezzo prima di "lavorare" sulla sua corrispettiva replica in scala ridotta, come già dicevamo ... è fondamentale. Una locomotiva che traina esclusivamente carri pieni di carbone e opera nei parchi ferroviari delle miniere, avrà sicuramente un "vissuto" differente da una locomotiva che ha sempre agito su linee veloci passeggeri, così come un carro assegnato al trasporto di rottami metallici arruginiti avrà polvere di ruggine ovunque. Con la stessa finalità, la procedura dovrà tenere conto della data di costruzione e dell'entrata in servizio del mezzo sottoposto all'operazione di sporcatura, invecchiamento e deterioramento. Un esempio concreto lo possiamo riferire al nostro plastico Conrail Early Years ambientato tra gli anni 1976 e 1978. Un carro merci costruito nel 1974, che nella realtà facilmente opererà per decenni, sul nostro plastico non potrà apparire troppo usurato, dato che risulta in servizio da appena due anni. Diversamente, una locomotiva in servizio da dieci anni (anno di entrata in servizio 1968) sarà significativamente trasformata nel suo aspetto, dopo aver svolto servizi per molto tempo.



Treniamericani.it e PRRHO.com mostreranno qui gli interventi effettuati sui modelli AT Collection, con schede illustrate esplicative, mostrando il confronto con il modello a nuovo "out-of-box".

:: ::  

 ::    ::  

 ::    ::  

WEATHERING SERVICE! E' disponibile per tutti i modellisti un servizio personalizzato di elaborazione e invecchiamento (custom weathered). Per tutte le informazioni visitate la nostra sezione dedicata   qui.

Creato con Incomedia WebSite X5 da ATF Foto e Grafica - Milano (ITALY) 2021 - Tutti i diritti sono riservati.
Torna ai contenuti